statistiche per siti

La pericolosità intrinseca degli OGM di Giuseppe Atieri

Un commento su “Il mais OGM non è dannoso per la salute, anzi. Uno studio italiano lo dimostra”
https://www.scattidigusto.it/…/15/mais-ogm-non-dannoso-sal…/

Nel servizio “Il Gene sfigurato” di Carlo Pizziti, Report 1998 (http://agorastrea.dyndns.info/…/il-gene-sfigurato-puntata-…/), si vede chiaramente che il Mais OGM viene ugualmente attaccato dalla piralide, insetto dannoso che si sposta dalle parti verdi della pianta, contenenti un veleno prodotto attraverso i geni di un batterio (bacillus thuringiensis inseriti nell’OGM), all’interno delle pannocchie, laddove mangia i semi di mais che non esprimono la tossina del batterio.

Pertanto non c’è riduzione di micotossine, anzi potrebbe esservi anche un aumento, considerando inoltre che le coltivazioni di ogm vengono stoccate per anni nei silos e trasportate dalle navi in tutto il mondo, laddove si sviluppano muffe pericolose per la salute.

 

 

Per cui, una rewiew di studi pubblicati (spesso finanziati dalle multinazionali) non cambia la posizione italiana, che deve puntare alle coltivazioni ogm free di semi tradizionali dei territori italici, con metodi biologici. Unica possibilità di competere con grande qualità e sanità sui mercati mondiali sempre più attenti e sensibili per il drammatico incremento di allergie, patologie degenerative e sterilità.

 

 

Se coltivassimo gli ogm tutte le coltivazioni italiane verrebbero contaminate dal polline e nessuno potrebbe coltivare biologico e varietà tradizionali… sarebbe la fine della biodiversità.



Lascia un commento